Archive: gennaio, 2014

AGGIORNAMENTO SUL PROGETTO COMMUNITY GARDEN PINCHERLE: IL NOSTRO PROGETTO E’ STATO PROMOSSO DALL’UFFICIO DI PRESIDENZA DEL QUARTIERE PORTO

Ieri 30 gennaio abbiamo ricevuto una risposta ufficiale al nostro progetto di Social Community Garden da parte del Dott. Alampi, vicepresidente del Quartiere Porto.

Nei giorni scorsi il Dott. Alampi ha presentato il progetto all’Ufficio di Presidenza che ha espresso un forte apprezzamento per il progetto e ha valutato molto positivamente il nostro impegno come Social Street.

A seguito del pronunciamento dell’Ufficio di Presidenza è stato dato mandato al Direttore del Quartiere di definire le procedure tecniche, che prevedono anche il coinvolgimento di diversi settori dell’Amministrazione Comunale, attraverso le quali rendere possibile l’attuazione del nostro progetto. Infatti non ci sono, ad oggi, le regole che definiscono i rapporti tra Comune ed aggregazioni di cittadini diverse dalle forme associative riconosciute come nel caso delle Social Street.

E’ quindi chiaro l’impegno del Quartiere e del Comune a trovare delle vie (e soluzioni) nuove e non convenzionali per rapportarsi con le Social Street e questa ci sembra una gran bella notizia.

Rimaniamo in attesa e fiduciosi dei prossimi sviluppi!

Radio SBS: Social Street from Bologna to New Zealand

SBS Audio and Language : Italian : Highlight: Social-Street-from-Bologna-to-New-Zealand.

RadioRai Citofonare Cuccarini – Podcast

Citofonare Cuccarini – Podcast.

E’ LA STAMPA (CHE) BELLEZZA

Avviso ai naviganti:  questo si tratta di un post autocelebrativo. Sì, ce lo meritiamo, perché in questi giorni la nostra cara via Maiocchi si è guadagnata la stima e la curiosità dei media sia a livello nazionale sia locale, innescando un effetto domino di popolarità su più quotidiani, siti e programmi radio.

corriere della sera

Gli iscritti al gruppo Facebook aumentano, le idee prendono forma, i progetti per i prossimi mesi sono già in cantiere. Un grazie particolare va a Lucia e alla disponibilità di Elena, Veronica e Simona, tre ragazze del gruppo che si occupano di ufficio stampa nella vita di tutti giorni e che hanno dato una mano preziosa nel far conoscere la nostra realtà.

Ecco la rassegna stampa di gennaio

26/01/14  Radio24 –  programma  “Si può fare : cronache da un paese migliore ”  Intervista a Lucia Maroni dal minuto 22.13 al minuto 31.08 : Ascolta il podcast

26/01/14  Corriere della Sera ed. Milano – Social street, la carica delle donne intraprendenti 

24/01/14 AgoravoxVia Maiocchi, successo della prima Social Street a Milano

22/01/14 Zona 3 per Milano – La rivoluzione leggera delle social streets

21/01/14 MetronewsE’ boom di social street. Presto un coordinamento 

17/01/14 La Repubblica ed. Milano – Via Maiocchi, la social street di Milano: “Vicini di casa e di vita con Facebook” 

14/01/14 Linkiesta – Social street, sul web rinascono i rapporti di vicinato

m.m.

social street milano

Primo incontro tra vicini di quartiere! Prime idee…

Il Social Street a Tricase ha vita in via Tempio, la strada della mia casa! La prima strada storica del paese; dove i Templari facevano sosta prima di arrivare a Santa Maria di Leuca. Intorno a via Tempio si concentrano vicoli labirintici che convergono in una Piazza maestosa e accogliente allo stesso tempo: Piazza Pisanelli, il centro nevralgico della vita sociale, culturale e politica di tutti noi, anche perché adiacente possiamo ammirare Palazzo Gallone dalle 365 stanze, ora per metà residenza del Comune!

Giovedì 23 Gennaio 2014 noi del quartiere del centro storico di Tricase, ci siamo incontrati in una delle stanze messe a disposizione dall’amministrazione per le associazione anche se noi non siamo un’associazione! Abbiamo accettato con piacere, comunque, l’offerta perché quando saremo in tanti non può bastare casa mia o di qualche mio vicino! Il pomeriggio è stato esaltante, ognuno di noi aveva qualcosa da offrire e una grande disponibilità nel venirsi incontro. C’è stato chi ha messo a disposizione le stanze del proprio B&B per gli artisti che chiameremo per gli eventi che spero riusciremo a fare, chi vorrebbe contribuire ad allietare la solitudine di molte persone anziane del quartiere, e chi semplicemente chiede aiuto nel piantare un piccolo orto sul proprio balcone dando in cambio la propria arte, la pittura e il decoro! Qui molti di noi hanno terreni con alberi di ulivo e un idea fantastica che è venuta fuori è quella di aiutare a raccogliere le olive e dividerci l’olio!!! Il primo vero evento sarà domenica 9 febbraio alle 15. Appuntamento in Piazza Pisanelli per fare i turisti per un giorno, visitando il nostro quartiere accompagnati da due guide turistiche: ci faranno osservare i palazzi, le chiese e le strade con altri occhi, togliendoci un po’ di quella routine maledetta che ci fa vedere il mondo con lo stesso sguardo! Domenica i nostri occhi saranno più attenti e i bambini passeranno un pomeriggio incantevole con la propria famiglia e la loro nuova famiglia: IL QUARTIERE DEL CENTRO STORICO DI TRICASE.

REPORT SULLA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO COMMUNITY GARDEN PINCHERLE AL QUARTIERE PORTO

Ieri alle 15.30, presso la sede del Quartiere Porto, è stato presentato il progetto Pincherle Community Garden che qui di seguito rendiamo pubblico (immagini allegate).

Il Vicepresidente di quartiere Bruno Alampi, nostro interlocutore sul progetto di riqualificazione del Giardino Pincherle fin dal suo stadio embrionale, ha confermato ancora una volta interesse e apprezzamento per questa nostra iniziativa civica spontanea, senza scopo di lucro, con il solo piccolo grande obiettivo di creare esperienze positive di condivisione e rigenerazione dei luoghi che abitiamo e che vorremmo vedere maggiormente ospitali e valorizzati nelle loro potenziali risorse.

Fin da subito, durante il colloquio, è stato ribadito che la Nazario Sauro Social Street non chiede soldi, né lustri e lustrini istituzionali, bensì l’opportunità concreta di realizzare l’obiettivo di restituire al Giardino Pincherle la sua dignità di area verde urbana, con il permesso e la disponibilità delle istituzioni, e senza che ciò introduca logiche di “gara” con enti e associazioni tradizionalmente impegnati nella riqualificazione e manutenzione delle aree verdi urbane.

Tecnicamente il Progetto Pincherle Community Garden è attuabile, qualora il quartiere decidesse di patrocinare l’iniziativa spontaneamente promossa dalla Nazario Sauro Social Street.

Le valutazioni ancora da compiere sono di carattere politico, con tutte le complessità del caso. Resta cioè da capire se la Nazario Sauro Social Street, quale rete sociale nata direttamente nelle strade limitrofe a Via Nazario Sauro, grazie al senso civico e al desiderio di riqualificazione del territorio delle persone che le abitano, rappresenti oggi un interlocutore credibile e affidabile per il quartiere e per le istituzioni.

Sono interrogativi più che legittimi e attendiamo con fiducia e sano senso della realtà l’esito conclusivo di tali considerazioni da parte del Quartiere.
Qualunque sarà il responso istituzionale sul Progetto Pincherle Community Garden desideriamo però oggi sottolineare l’importanza e originalità di questa nostra iniziativa.

In poche settimane, infatti, grazie alle discussioni social del gruppo Nazario Sauro, è stato individuato un problema concreto che riguarda la qualità della vita e del territorio in cui tutti noi abitiamo.
Tempestivamente si è passati alla proposta di un’azione concreta e puntuale di rivitalizzazione e riprogettazione del giardino e il quartiere ha ascoltato con serietà e interesse tale proposta.
Ciò ha creato consapevolezza diffusa, anche tra le istituzioni, sull’urgenza di intervenire sul Giardino Pincherle e sulla rilevanza pubblica dell’azione propositiva e non conflittuale che un gruppo spontaneo di cittadini (non un partito o un’associazione di scopo!) può avere sulla rigenerazione del territorio urbano.

Questo è per la nostra Social Street un primo traguardo più che concreto, che mostra l’importanza, e ormai la necessità di una progettualità integrata sul territorio, che sappia fare del senso civico dei cittadini una risorsa e non un ostacolo.

Dobbiamo innanzitutto ringraziare il Vivaio Urbano Senape e lo Studio Lizart Comunicazione Visiva per aver contribuito gratuitamente e con grande impegno alla definizione puntuale del progetto.

Ancor prima dobbiamo però ringraziare la Social Street di Via Fondazza, per aver dato il via a Bologna ad una nuova realtà sociale altamente qualificata e in grado di rappresentare un interlocutore altamente innovativo per integrare le istituzioni con il territorio urbano.

Adesso, convinti che qualunque sarà la decisione definitiva del quartiere, questo tipo di progettazione da parte delle Social Street italiane ha davanti a sé un importante e del tutto originale futuro, dedichiamo 10 minuti di questa serena giornata di fine gennaio a “scaldare i muscoli” prima di poter concretamente risistemare il Giardino Pincherle.

Iniziamo a immaginare il nostro ruolo attivo nella fase operativa del progetto, a pensare gli appuntamenti che si potranno organizzare nel Pincherle Community Garden il giorno che tornerà a essere un luogo vivibile e condivisibile da tutti noi.

Ma soprattutto condividiamo e informiamo attraverso le nostre pagine fb anche i non vicini, tutti coloro che potrebbero però diventare a noi vicini sostenendoci spiritualmente, e al limite aiutandoci, qualora il progetto verrà approvato, nella fase di autofinanziamento.

Iniziamo perciò a seminare semi nel cemento attraverso il web, fiduciosi che quanto prima torneranno a fiorire anche le strade della nostra città e di tutte le città italiane!

(Grazie ad Alessia Ruco e Iacopo Caropreso per a collaborazione alla redazione di questo testo)

 Community Garden Pincherle_1 Community Garden Pincherle_2 Community Garden Pincherle_3

volti di via fondazza – la mostra

Mostra-Via-Fondazza

9 febbraio 2014

Presentazione ore 15.00
Centro di documentazione delle donne di Bologna
Via del Piombo 7

Mostra ore 16.00
Via Fondazza
Muro di Santa Cristina

La locandina

OGGI SUL CORRIERE DELLA SERA BOLOGNA IL COMMUNITY GARDEN PINCHERLE

 

 Community Garden Pincherle

Siamo contentissimi dell’interesse dimostrato dal quartiere nei confronti del progetto di Nazario Sauro Social Street sul Community Garden Pincherle e aspettiamo con entusiasmo l’incontro del 22 gennaio per poter presentare il nostro progetto operativo.

Quindi stay tuned.

SOCIAL STREET SU IL SECOLO XIX

Social Street su Il Secolo XIX

Al cinema con il bebè al seguito

mummycinemaE’ ufficiale. Il prossimo sabato 1 febbraio alle ore 10:30 presso il Cinema Oden di Via Mascarella a Bologna, inizierà il primo dei quattro appuntamenti chiamati “Mummy Cinema”. L’idea è stata sviluppata da Laurell Boyers‐Bastiani, giornalista e mamma dell’ormai noto gruppo facebook Social street Residenti in Via Fondazza. Quante volte le neomamme avrebbero voluto ritagliarsi qualche ora di tempo per andare al cinema senza dover spendere i soldi per una babysitter? L’iniziativa Mummy Cinema risolve questo problema infatti, le mamme (ed i papà) con neonati fra gli 0 e 18 mesi (ma anche più grandi a discrezione dei genitori) avranno la possibilità di godere di una proiezione riservata dove potranno portare i propri bambini entrando in sala con le carrozzine, potranno allattare in libertà e non preoccuparsi di qualche pianto o urletto, la proiezione infatti è impostata per essere “baby friendly” e sarà inoltre un’occasione per socializzare. L’idea è stata realizzata grazie alla collaborazione del Cinema Odeon che per l’occasione ha adattato le proiezioni disponendo luci soffuse in sala ed audio ribassato. Ma non è finita qui. Saranno le mamme a scegliere il film che preferiranno vedere potendo scegliere fra una rosa di titoli fra novità o film meno recenti che magari, per impegni “materni”, si sono persi .

Per votare il film che si desidera vedere basta andare sulla pagina facebook “Mummy Cinema” www.facebook.com/MummyCinema

Ecco le date degli appuntamenti
Sabato 1 febbraio ore 10:30
Sabato 15 febbraio ore 10:30
Sabato 1 marzo ore 10:30
Sabato 15 marzo ore 10:30

Per ulteriori informazioni :
Laurell Boyers‐Bastiani laurell1000@gmail.com
Ufficio stampa: fedebas77@gmail.com

http://corrieredibologna.corriere.it/bologna/notizie/cultura/2014/15-gennaio-2014/al-cinema-il-bebe-seguito-audio-ribassato-pianto-libero-2223923434642.shtml

Mappa delle social street

Facebook Feeds


Perchè alla fine l'obiettivo della #socialstreet è peoprio questo, a volte è meglio ricordarlo #cirenaica #bologna #socialità #costozero #dalvirtualealreale ...

Tempo di compleanni.. #socialstreet #martiritriestini #milano ...

#running #vicinidicasa #socialità #costozero #socialstreet ...

yoga della risata questa sera nella #socialstreet #viafoscolo #castelsanpietro ...

Social street International ha condiviso il Muri Di Versi 3 | Festival di poesia di strada (20 e 21 maggio... di Muri Di Versi. ...

È quasi passato un mese dalla terza edizione di Muri Di Versi. Tre anni fa non avremmo mai immaginato di potere avere un video ufficiale della due giorni di socialità poetica in #viafondazza!...e invece le cose belle sanno stupirti! Questi ultimi giorni sono stati intensissimi e vogliamo festeggiare con voi, così! Con una festa nella festa! E mentre ci guardiamo il video del nostro affascinante e super sexy Claudio Mammamia Macchitella di Noninlinea ci prepariamo col ritmo blues di Angela Esmeralda & Sebastiano Lillo a vivere altre nuove avventure: - mercoledì 21 e giovedì 22 giugno con il #teatrodellealbe e il #cantieredante a Ravenna, - sabato 24 e domenica 25 giugno con #ozonofactory per l'OZONO Festival - Non c'è due senza T(r)E al parco della Resistenza di San Lazzaro (BO), - prestissimo - issimo a Venezia con tanti progetti divertenti in collaborazione con gli amici di Awai. SEMPLICEMENTE GRAZIE! <3 #muridiversi



Back to Top