Archive: marzo, 2014

Pulire il Centro Storico

In passato ognuno degli abitanti di Tricase, almeno una volta al giorno, puliva la strada che circondava la propria casa. Era una bella abitudine che via via negli anni è andata perduta, per la maggior parte dei casi. Domenica 30 marzo il Social Street Centro Storico Tricase, insieme a Legambiente hanno pulito via Tempio, curandone i dettagli. Questa esperienza si ripeterà ogni fine settimana, quando si può. Siamo stati bene insieme, ci siamo divertiti, e abbiamo fatto qualcosa di utile per tutti. pulendo via tempio

ANT Happy Hour 4 aprile

aperitivo solidale 4 aprile
venerdì 4 aprile 2014

aperitivo solidale a partire dalle 18,30

per sostenere le attività Fondazione ANT Italia ONLUS

dove: Caffetteria Alle Tuate

Via San Vitale, 56

con Federico Aicardi ed altre persone della zona

Vi aspettiamo con tante sorprese!!!

Primo aperitivo Social Green

Venerdì 7 marzo 2014, ci siamo incontrati in Piazza di Porta Saragozza per il primo aperitivo all’aperto. Abbiamo scelto questa piazzetta alberata con parecchie panchine perché durante le prime riunioni, gli abitanti della zona avevano sottolineato la necessità di riappropriarsi di questo spazio da alcuni anni poco frequentato e di rivitalizzarlo.

L’aperitivo è stata anche occasione per conoscere nuovi amici, residenti che passando per la piazza sono stati coinvolti dai trenta partecipanti all’evento e hanno colto l’occasione per conoscerci.

Locandina apertivo Social Green di Saragozza dentro Porta e dintorni

Locandina apertivo Social Green di Saragozza dentro Porta e dintorni

 Primo aperitivo all'aperto di Saragozza dentro Porta e dintorni

AGGIORNAMENTO SUL PROGETTO COMMUNITY GARDEN PINCHERLE

Dopo la presentazione del nostro progetto al Quartiere, ci hanno comunicato che Legambiente e GEV avevano già vinto un appalto per azioni di riqualificazione del Giardino.

Siamo stati chiaramente felici che il Quartiere Legambiente e GEV avessero pensato ad iniziative così in sintonia con le nostre necessità.

IL progetto di Legambiente e GEV si è svolto in due giornate del mese di marzo l’1 ed il 29 ed ha coinvolto i cittadini nella pulizia, zappatura e piantumazione di un acero nonché i bambini in un laboratorio sulla conoscenza delle specie arboree.

Il progetto è ora terminato e ci ha lasciato il Giardino Pincherle pulito e con un albero in più.

Adesso però tocca a noi: a quanto pare il Comune ed il Quartiere hanno trovato il modo di farci, in qualche misura e in integrazione con altre iniziative, realizzare il nostro progetto del Community Garden.

Di questo si parlerà Giovedì sera alle 20,30, al Cortile Cafè, in un incontro pubblico dedicato al Giardino Pincherle.

 1964889_602050623218248_408165709_n LOGO CG

Primo Giardinaggio by Social Street Finale

Venerdì 21 Marzo – primo giorno di Primavera – potevamo non festeggiare? L’abbiamo fatto nel migliore dei modi: con i fiori! Eccoci in fermento per tutta la settimana. Il tam tam parte dalla Elena ( e da chi altri se no ) : ci sono le piante da ordinare – bene Fulvio fai arrivare violette e piante aromatiche – ci sono da recuperare tronchi e sassi in spiaggia e qui Franco Giovanni Poggi seleziona e “camalla” ( camallare : verbo ligure il cui significato è portare con forza…e Franco ne ha ) – non ci rimane che procurare gli attrezzi ( la Maura dice che suo fratello gli attrezzi da giardiniere li ha incorporati ) i migliori cuochi della social decidono sulle pietanze da prepare Gnabbri e Vecchia Maniera in pole position. Ore 19.30 pronti via la nostra meta è l’aiuola a fianco alla basilica. La vogliamo più bella, fiorita e profumata. Dopo un’ora e mezza di lavoro e 6o persone impiegate( zappato, piantato, seminato, ramazzato, rastrellato e recuperato in diretta altri tronchi e sassi – vero Lara e Micol- ) missione compiuta! Tutti al desco!! E qui diventano 80 ( ???!!!???) gustiamo, brindiamo al nostro lavoro alla Primavera e Maura Morizio che ci permette di festeggiare il primo social compleanno. Perché.. Ai compleanni “normali” un mazzo di fiori, ai compleanni social un’AIUOLA. Grazie Social Street

Jose Bozzolo

image

(s)barattiamo, la prima iniziativa della social street via Pavia e dintorni

 Scambio gratuito di libri per grandi e piccini, giocattoli ed accessori per l’ infanzia

Roma, domenica 6 aprile 2014 – dalle 10 alle 18

Campo Artiglio, via Boemondo 7

Scambiarsi libri e giocattoli in maniera libera e gratuita, un modo diverso di stare insieme e di promuovere la lettura ed insegnare ai bimbi l’importanza della condivisione.

Dalle ore 10 di domenica 6 aprile presso la sala conferenze del Campo Artiglio, in via Boemondo 7 (zona piazza Bologna/stazione Tiburtina, a due passi dalla Tangenziale) libereremo e scambieremo libri (per adulti e piccini), giocattoli e articoli per l’infanzia, che siano in buono stato.

L’iniziativa è promossa da due nuove realtà associative romane: la Social Street di Via Pavia e Vivacittà Comitato Genitori Piazza Bologna.

I bimbi avranno a disposizione un’area dedicata dove scambiarsi liberamente giocattoli, libri e accessori, insieme ai propri genitori.

E’ possibile portare anche indumenti per bambini e accessori per l’infanzia in buono stato, tra cui carrozzine e passeggini che saranno donati alla Casa della Mamma di via Udine, che accoglie ragazze madri in difficoltà.

 

Un’idea promossa ed organizzata da

Social Street Via Pavia e dintorni http://on.fb.me/1bS5LsY

Vivacittà – Comitato Genitori Piazza Bologna http://on.fb.me/MIDGsh

Info: 3479464485 – 3473683878

 

sbarattiamo volantino def

Pedalata + Camminata

DSC_1076s.luca

Prima pedaliamo, poi camminiamo, e infine mangiamo. Naturalmente, intanto, socializziamo 😉

La rete delle Social street di Bologna si presenta alla città

Federico Bastiani Luigi Nardacchione Saverio Cuoghi Filippo Pasotti ti invitano a:

La rete delle Social street di Bologna si presenta alla città

sabato 22 marzo 10-12,30 presso Wcap Via Oberdan 22, Bologna
9 riunione2
Il 22 marzo dalla 10 alle 12,30 presso il Working Capital Accelerator di Via Oberdan n . 22, le oltre 40 Social street nate in città raccontano la loro esperienza, le loro finalità e la nascente rete umana che si sta creando.
Si parlerà dell’idea di Social street, di condivisione e scambio di buone prassi circa progetti grandi e piccoli, di socializzazione e di cittadinanza attiva della rete bolognese, e verrà presentata l’ultima nata, la Social street di via Oberdan.

Per prenotarsi (posti limitati) http://bit.ly/wcapsocialstreet

Programma

Introduzione
Saverio Cuoghi – Social Street , Marco Lotito – Wcap
Cosa sono le Social street?
Federico Bastiani Luigi Nardacchione Filippo Pasotti – Social Street
Cosa nasce e come vuole funzionare la rete delle Social street di Bologna
Saverio Cuoghi – Social Street
Esperienze e testimonianze dalle social street bolognesi: idee e progetti
La rete si allarga : presentazione via Oberdan Social street
Marco Lotito: Wcap e Social Street Via Oberdan
Open space / Domande

La storia delle Social street
Nel settembre 2013 prende vita quasi per scommessa, il gruppo FB “Residenti in via Fondazza – Bologna”, la prima iniziativa di Social Street in Italia.
9riunione
In maniera inattesa questo primo gruppo ha avuto centinai a di adesioni spontanee e in maniera ancora piú sorprendente persone che pur abitando nella stessa strada e anche nello stesso edificio fino ad allora non si conoscevano, hanno iniziato ad incontrarsi ed a conoscersi.
Sull’esempio di via Fondazza in breve nascevano spontaneamente altre iniziative di Social Street, sia nel centro Storico che nella periferia e nella provincia di Bologna, come anche in altre città’ italiane.
A gennaio, mentre il gruppo di via Fondazza raggiungeva gli 800 membri, si contavano già 20 social street a Bologna: sempre in maniera naturale queste strade cominciavo ad interconnettersi attraverso gli “animatori” dei gruppi Facebook della città.
L’idea era ed è quella di ripercorrere tra “vicini di città” le stesse dinamiche tese a favorire la socialità, la reciproca conoscenza, lo scambio e la condivisione di idee e progetti che sono alla base del successo delle singole iniziative di strada e rappresentano gli obiettivi di fondo dell’idea “Social Street”
Ad oggi le iniziative bolognesi sono più di 40, più di 190 in Italia, alcune esperienze estere in via di sperimentazione e nei vari gruppi Facebook sono iscritte più di 8000 persone (circa 3000 solo su Bologna)
Nel frattempo i contatti tra le varie Social street bolognesi si sono rafforzati: ciò è avvenuto attraverso incontri e la progettazione e realizzazione di diverse iniziative di socializzazione e micro progetti di strada/quartiere; si sono inoltre intensificati naturalmente i rapporti con gli Enti locali; nel frattempo è stato varato da parte del Comune di Bologna il Regolamento sulla cittadinanza attiva.

Visto il successo virale di questo seppur piccolo esperimento di innovazione sociale, abbiamo ritenuto importante presentarci alla città, raccontando le diverse esperienze, le lezioni sino ad ora imparate in questa avventura e le problematiche emerse, offrendo uno spunto e un contatto anche a chi vuole riprodurre l’iniziativa nel proprio contesto.

E ci sembrava importante proporre questo racconto nell’ambito di Working Capital, anch’esso appena riaperto, nella nuova casa dell’innovazione nella nostra città.

Per informazioni:
socialstreetnetwork@socialstreet.it

Case Aperte a primavera

Aria di primavera e porte di casa aperte in via Maiocchi. Domenica 23 marzo dalle 10 alle 22 torna l’evento Case Aperte dopo l’esperienza di febbraio. Il programma sta prendendo forma con iniziative e attività da condividere con il proprio vicino seduti assieme sul divano, in cucina o in salotto. Tra i primi eventi segnalati una colazione social in via Baldissera con i dolci preparati da una residente, la visione di un film con commento ‘critico’ e chiacchiera, la merenda ‘filofelina’ Gatthé per aspiranti catsitters e amanti dei gatti. Evento clou sarà il primo ‘book sharing’ di zona presso il locale Cibò di via Maiocchi 26: sia sabato (ore 17-20) sia domenica (10-22) tutti possono portare un libro che hanno amato da condividere e scambiare con quello del vicino.

Infine, per la rassegna di marzo 2014, il Giornale (online e cartaceo) ha parlato di noi.

casE2

DUSE SOCIAL COFFEES

Già poco dopo la nascita del gruppo su Facebook, in molti abbiamo sentito l’esigenza di passare dal virtuale al reale, e quindi di fissare il nostro primo incontro per conoscerci.

Da quel sabato, da quel breve caffè, è nato un appuntamento fisso che ogni sabato, con sempre maggiore partecipazione,  porta in strada i Dusiani che hanno voglia di conoscersi, socializzare, fare due chiacchiere.

Abbiamo la fortuna di avere molti bar e abbiamo così deciso di trovarci in un bar diverso ogni sabato, a rotazione.

Sono i Duse (e dintorni) Social Coffees!

 

angolo3portico

 

 

 

Mappa delle social street

Facebook Feeds


Perchè alla fine l'obiettivo della #socialstreet è peoprio questo, a volte è meglio ricordarlo #cirenaica #bologna #socialità #costozero #dalvirtualealreale ...

Tempo di compleanni.. #socialstreet #martiritriestini #milano ...

#running #vicinidicasa #socialità #costozero #socialstreet ...

yoga della risata questa sera nella #socialstreet #viafoscolo #castelsanpietro ...

Social street International ha condiviso il Muri Di Versi 3 | Festival di poesia di strada (20 e 21 maggio... di Muri Di Versi. ...

È quasi passato un mese dalla terza edizione di Muri Di Versi. Tre anni fa non avremmo mai immaginato di potere avere un video ufficiale della due giorni di socialità poetica in #viafondazza!...e invece le cose belle sanno stupirti! Questi ultimi giorni sono stati intensissimi e vogliamo festeggiare con voi, così! Con una festa nella festa! E mentre ci guardiamo il video del nostro affascinante e super sexy Claudio Mammamia Macchitella di Noninlinea ci prepariamo col ritmo blues di Angela Esmeralda & Sebastiano Lillo a vivere altre nuove avventure: - mercoledì 21 e giovedì 22 giugno con il #teatrodellealbe e il #cantieredante a Ravenna, - sabato 24 e domenica 25 giugno con #ozonofactory per l'OZONO Festival - Non c'è due senza T(r)E al parco della Resistenza di San Lazzaro (BO), - prestissimo - issimo a Venezia con tanti progetti divertenti in collaborazione con gli amici di Awai. SEMPLICEMENTE GRAZIE! <3 #muridiversi



Back to Top